Tecnologia ad ultrasuoni Hielscher

Gli ultrasuoni nella ricerca sui virus

La lisi e l'estrazione a ultrasuoni è un metodo affidabile e consolidato da tempo per la distruzione delle cellule e il successivo rilascio di virus, proteine virali, DNA e RNA.

Gli ultrasuoni nella ricerca sul Coronavirus

L'estrazione dei virus dal tessuto dell'organo è una fase essenziale di preparazione del campione prima di analizzare il virus (ad esempio, acido nucleico, capsomeri, glicoproteine). L'omogeneizzazione ad ultrasuoni è un metodo veloce, facile e riproducibile per la preparazione del campione, come l'omogeneizzazione dei tessuti, la lisi, la rottura delle cellule, l'estrazione della materia intracellulare e la frammentazione del DNA e dell'RNA.
La preparazione del campione ad ultrasuoni è un passo comune prima della reazione a catena dei polimeri (PCR).

Applicazioni di virus a ultrasuoni

  • lisi cellulare per estrarre virus da colture di tessuti e cellule
  • disperdere i cluster di virus
  • tosatura / frammentazione del DNA e dell'RNA

Ultrasuoni per la produzione di vaccini e la formulazione di farmaci antivirali

Per ulteriori informazioni sulle produzioni di vaccini ad ultrasuoni, clicca qui!

Nano trasportatori di droga

I Nano-Sized Drug Delivery Systems sono utilizzati con successo per fornire un principio farmacologicamente attivo alle cellule, dove il farmaceutico può avvolgere i suoi effetti. I nanovettori comuni per i prodotti farmaceutici sono nanoemulsioni, I Liposomi, complessi di ciclodestrinananoparticelle polimeriche, nanoparticelle inorganiche e vettori virali.
L'emulsificazione e la dispersione ad ultrasuoni è una tecnica consolidata per produrre formulazioni potenziate con nano-emulsioni, liposomi, complessi di ciclodectrina e nanoparticelle (ad es. nanoparticelle a guscio centrale) caricate con sostanze bioattive.

I virus possono essere estratti da colture cellulari e tessuti di organi mediante omogeneizzazione ad ultrasuoni.

Virus

Richiesta informazioni





Processori ad ultrasuoni per l'estrazione e la lisi delle cellule

Hielscher Ultrasonics offre una vasta gamma di sistemi ad ultrasuoni per la sonicazione di campioni di laboratorio molto piccoli e per l'elaborazione di grandi quantità su scala industriale.
I nostri ultrasuoni a sonda sono disponibili in diverse gamme di potenza per assicurarci di potervi consigliare il dispositivo ideale per la vostra applicazione. Un'ampia gamma di accessori come sonotrodi di diverse dimensioni e forme, celle a flusso e reattori con varie dimensioni e geometrie e altri componenti aggiuntivi fanno sì che possiate configurare il vostro disruptore di cella a ultrasuoni per la massima efficienza di processo e il massimo comfort per l'utente.
VialTweeterUn design ad ultrasuoni unico per la preparazione del campione è il VialTweeter. L'Hielscher VialTweeter consente la sonicazione di fino a 10 tubi (ad es. tubi Eppendorf, tubi per microcentrifuga, ecc.) contemporaneamente nelle stesse condizioni di processo. Le intense onde ultrasoniche vengono trasmesse attraverso le pareti dei tubi, in modo da evitare la contaminazione incrociata e la perdita del campione. Il sito VialTweeter è un sistema compatto ad ultrasuoni, che può essere utilizzato in qualsiasi ambiente di laboratorio. I suoi principali vantaggi sono il controllo preciso dei parametri di processo, la riproducibilità, il trattamento simultaneo di più campioni nelle stesse condizioni senza contaminazione incrociata e il protocollo automatico dei dati su una scheda SD incorporata. La robustezza dell'apparecchiatura ad ultrasuoni Hielscher permette un funzionamento 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in ambienti difficili.

Vantaggi degli ultrasuoni Hielscher

Tutte le unità ad ultrasuoni Hielscher sono costruite per l'uso 24/7 a pieno carico. L'affidabilità e la robustezza degli ultrasuoni Hielscher fanno sì che possiate lavorare i vostri materiali con alta efficienza ottenendo il risultato desiderato. La nostra sintonizzazione automatica della frequenza assicura un funzionamento continuo all'ampiezza selezionata. La scalabilità lineare rende facile lo scale-up a volumi di processo più elevati e gli stessi risultati di processo senza rischi.
Da 200 watt in su, tutti i nostri sistemi a ultrasuoni sono dotati di un display a colori a sfioramento, controllo digitale, scheda SD integrata per la registrazione automatica dei dati, sensori di temperatura e di pressione opzionali collegabili a spina, e
La tabella seguente fornisce un'indicazione della capacità di lavorazione approssimativa dei nostri ultrasuoni:

Volume di batch Portata Dispositivi raccomandati
1 - 500mL 10 - 200mL/min UP100H
10 - 2000mL 20 - 400mL/min UP200Ht, UP400St
0,1 - 20L 0,2 - 4L/min UIP2000hdT
10 - 100L 2 - 10L/min UIP4000hdT
n.a. 10 - 100L/min UIP16000
n.a. più grande cluster di UIP16000

Contattaci! / Chiedi a noi!

Richiedi maggiori informazioni

Si prega di utilizzare il modulo sottostante per richiedere ulteriori informazioni sui processori ad ultrasuoni, le applicazioni e il prezzo. Saremo lieti di discutere il vostro processo con voi e di offrirvi un sistema ad ultrasuoni che soddisfi le vostre esigenze!









Si prega di notare il nostro informativa sulla privacy.


Hielscher Ultrasonics produce omogeneizzatori a ultrasuoni ad alte prestazioni per la dispersione, l'emulsione e l'estrazione delle cellule.

Omogeneizzatori ad ultrasuoni ad alta potenza di laboratorio a pilota e scala industriale.



Particolarità / Cose da sapere

Coronavirus

Il termine coronavirus comprende un intero ramo dell'albero genealogico dei virus, compresi gli agenti patogeni che causano la malattia dietro la SARS (sindrome respiratoria acuta grave), la MERS (sindrome respiratoria mediorientale) e altre diverse varianti. Parlando del "coronavirus" e riferendosi a un ceppo virale pericoloso si può paragonare a dire "mammifero" quando si intende "orso grizzly". È tecnicamente corretto, ma molto poco specifico.

Virus

Un virus è una piccola particella infettiva che ha bisogno di una cellula ospite per replicarsi. I virus invadono le cellule viventi di un organismo, che vanno da animali e piante a microrganismi, compresi batteri e arcaismi.

Forme, dimensioni e tipi di virus

In generale, i virus sono significativamente più piccoli dei batteri. La maggior parte dei virus che sono stati studiati fino ad oggi hanno un diametro tra i 20 e i 300 nanometri. Poiché la maggior parte dei virus sono particelle così minute, un microscopio ottico non ha un ingrandimento sufficiente per renderli visibili. Per vedere e studiare i virus sono necessari microscopi elettronici a scansione e a trasmissione (rispettivamente SEM e TEM).

Composizione di un Virion

Una particella virale completa è chiamata virione. Tale virione consiste in un nucleo interno di acido nucleico, che può essere sia ribonucleico che desossiribonucleico (RNA o DNA). L'acido nucleico è circondato da un guscio proteico esterno protettivo chiamato capside. Un capside è costituito da sottounità proteiche identiche chiamate capomeri. Il nucleo del virione conferisce infettività, mentre il capside fornisce specificità al virus. I prioni sono molecole proteiche infettive che non contengono DNA virale o RNA.

Avvolto contro i Virus Nudi

I virus che hanno una busta lipidica sono noti come virus avvolti. La cosiddetta busta è un rivestimento lipidico che circonda il capside della proteina. I virus adottano la busta dalla membrana cellulare ospite durante il processo di gemmazione. Esempi di virus avvolti sono SARS-CoV-2, HIV, HSV, SARS o vaiolo.
I virus nudi non hanno questa busta perché escono dalla cellula lisando. Tuttavia, alcuni virus possono sviluppare una "quasi-inviluppo" che racchiude completamente il capside virale ma è privo di glicoproteine virali. Esempi di virus nudi sono poliovirus, nodavirus, adenovirus e SV40.

Morfologia dei virus

Si distinguono quattro principali tipi di virus morfologici: elicoidale, icosaedrico, prolato e busta. Inoltre ci sono le cosiddette morfologie virali complesse.
La morfologia di un virus è definita dal capside e dalla sua forma. Il capside è costruito da proteine codificate dal genoma virale. La forma del capside è la base per la distinzione morfologica. Le sottounità proteiche codificate viralmente chiamate capside si auto-assemblano per formare un capside, il che richiede normalmente la presenza del genoma del virus.
Virus elicoidali: I virus elicoidali hanno una forma di capside che può essere descritta come filamentosa o a forma di bastone. La forma elicoidale ha una cavità centrale in cui è racchiuso l'acido nucleico. A seconda della disposizione capsomerica, la forma elicoidale conferisce al virus la flessibilità o la rigidità del capside.
Virus icosaedrici: Il capside del virus icosaedrico è costituito da sottounità identiche (capsomeri) che formano triangoli equilateri, a loro volta disposti in modo simmetrico. La forma icosaedrica fornisce una formazione capside molto stabile che offre molto spazio per l'acido nucleico.
Prolate Virus: La forma prolata è una variante della forma icosaedrica e si trova nei batteriofagi.
Virus avvolti: Alcuni virus hanno un involucro a base di fosfolipidi e proteine. Per assemblare la busta, il virus utilizza porzioni della membrana cellulare del suo ospite. La busta funziona come uno strato protettivo del capside e aiuta così a proteggere il virus dal sistema immunitario dell'ospite. La busta può anche avere molecole recettoriali che permettono al virus di legarsi con le cellule dell'ospite e facilitare l'infezione delle cellule. Da un lato, una busta virale facilita le infezioni delle cellule; dall'altro, la busta virale rende il virus più suscettibile all'inattivazione da parte degli agenti ambientali, come i detergenti (ad esempio, il sapone) che disturbano i blocchi di costruzione lipidica della busta.
Virus complessi: Un virus complesso è determinato da una struttura capsidica che non è né puramente elicoidale, né puramente icosaedra. Inoltre, i virus complessi possono avere componenti aggiuntivi come le code proteiche o una parete esterna complessa. Molti virus fagici sono noti per la loro struttura complessa, che combina una testa icosaedrica con una coda elicoidale.

Genoma del virus

Le specie virali hanno una varietà gigantesca di strutture genomiche. Il gruppo di specie virali contiene una diversità genomica più strutturale rispetto a piante, animali, arcaie o batteri. Ci sono milioni di diversi tipi di virus, anche se solo circa 5.000 tipi sono stati descritti in dettaglio finora. Questo lascia un enorme spazio per la ricerca futura sui virus.