Tecnologia ad ultrasuoni Hielscher

Macerazione e Aromatizzazione per sonicazione

L'aromatizzazione ad ultrasuoni e l'aromatizzazione di oli commestibili si basa sull'estrazione ad ultrasuoni di composti aromatici da piante come erbe, spezie, frutta, ecc. L'sonicazione è un metodo di intensificazione del processo, che rilascia componenti bioattivi nell'olio. Come metodo di lavorazione non termico, gli ultrasuoni sono predestinati per la preparazione di piante e oli sensibili al calore.

Oli alimentari aromatizzati

Gli oli commestibili aromatizzati o aromatizzati sono definiti come oli infusi con verdure, erbe, spezie o frutta al fine di migliorarne l'aroma e le caratteristiche sensoriali. Oltre al miglioramento delle caratteristiche sensoriali, l'olio commestibile è arricchito da sostanze fitochimiche salutari, presenti in botanici come erbe e spezie. Polifenoli, flavonoidi, terpeni, antociani, composti aromatici e polisaccaridi sono noti per il loro contributo alla salute e al benessere. Oli come l'olio d'oliva, olio di avocado, olio di semi di girasole, olio di colza/cola e altri oli vegetali o di semi sono uno straordinario vettore di composti e aromi bioattivi.

Macerazione e Aromatizzazione ad ultrasuoni

L'infusione ad ultrasuoni di oli commestibili libera i prodotti chimici e i composti aromatici delle piante come spezie, erbe, verdura o frutta e li mescola in modo uniforme nell'olio. A causa degli effetti della cavitazione ultrasonica, i composti bioattivi sono omogeneamente dispersi nella matrice dell'olio, il che aumenta in modo significativo il tasso di assorbimento e la biodisponibilità dei composti promotori di salute nel corpo umano, poiché l'olio solubilizza il composto lipofilo bioattivo.

Macerazione ad ultrasuoni

Macerazione ad ultrasuoni e processo di aromatizzazione per l'infusione di olio con erbe aromaticheLa macerazione è la tecnica con la quale le essenze vegetali delicate o altamente volatili vengono rilasciate dal materiale vegetale in un “raffreddore”processo non termico. La macerazione può essere descritta come un tipo di infusione a freddo. Poiché durante la macerazione non viene applicato calore, la macerazione è solitamente un processo lento e dispendioso in termini di tempo. Per preparare un macerato, il materiale vegetale (ad es. spezie macinate o erbe tritate) viene sospeso in un liquido (il cosiddetto solvente) e lasciato riposare o infondere per un periodo di tempo relativamente lungo, che può variare da alcune settimane a qualche mese. La durata del processo di macerazione è correlata all'intensità dell'aroma.
L'ultrasonicazione intensifica significativamente la fase di macerazione applicando alla miscela di macerazione intense micromiscelazioni e turbolenze. La sonicazione può accelerare la macerazione tradizionale, che richiede settimane o mesi, drasticamente – ottenendo gli stessi risultati dell'infusione aromatica in pochi minuti. Come metodo meccanico e non termico, la macerazione ad ultrasuoni aumenta il trasferimento di massa e preserva i composti bioattivi termolabili come i volatili, i polifenoli e altri fitochimici. Questo rende la macerazione ad ultrasuoni una tecnica unica nel suo genere per una produzione rapida ed efficace di macerati di alta qualità.
Un altro vantaggio della macerazione ad ultrasuoni è l'uso di materiale vegetale fresco. Nella macerazione tradizionale, il materiale fresco può essere utilizzato ma è soggetto a deterioramento microbico, poiché il materiale botanico deve rimanere a lungo nell'olio. La macerazione ad ultrasuoni è un processo rapido di diversi minuti, il che significa che non c'è un lungo periodo di crescita microbica. Inoltre, la cavitazione ultrasonica è ben nota per disturbare e inattivare le cellule microbiche, contribuendo così alla stabilità del macerato.

Gli oli aromatizzati ad ultrasuoni come l'olio extravergine di oliva o l'olio di girasole hanno dimostrato una maggiore stabilità, poiché gli antiossidanti aggiunti dalle erbe riducono l'ossidazione primaria degli acidi grassi dell'olio. Origano, timo, peperoncino, aglio, alloro, basilico, foglie di olivo, salvia, lavanda, rosmarino, rosmarino, menta, limone, arancio e altri frutti, foglie, fiori, radici, semi e corteccia sono ricchi di oli essenziali, polifenoli, flavonoidi e altri composti bioattivi. La macerazione e l'aromatizzazione ad ultrasuoni è un metodo efficace, rapido e sicuro per migliorare gli oli commestibili, conferendo loro un più alto contenuto di antiossidanti e polifenoli, una migliore stabilità all'ossidazione e un ricco profilo aromatico.

Vantaggi dell'Aromatizzazione ad ultrasuoni:

  • Estrazione completa del gusto
  • processo rapido
  • Processo non termico, delicato
  • senza solventi

Aromatizzare e aromatizzare gli oli alimentari mediante macerazione ad ultrasuoni è un processo potente e rapido per migliorare gli oli e produrre i cosiddetti "oli gourmet". Con una gamma più ampia di gusti, l'aromatizzazione ad ultrasuoni aggiunge ulteriore valore ai prodotti petroliferi.

Sistema di estrazione ad ultrasuoni UIP4000hdT

Processore di estrazione ad ultrasuoni UIP4000hdT per la macerazione e l'aromatizzazione di oli alimentari

Richiesta informazioni





Ultrasuoni industriali per la lavorazione dell'olio vegetale

I processori ad ultrasuoni ad alta potenza sono già ampiamente utilizzati nell'industria alimentare per estrarre aromi e composti bioattivi, per emulsionare oli con liquidi a base d'acqua o per omogeneizzare vari materiali. Per gli oli alimentari aromatizzati, l'estrazione assistita da ultrasuoni consente di produrre oli di alta qualità con un profilo aromatico intenso e pieno. Allo stesso tempo, la macerazione e l'aromatizzazione ad ultrasuoni convince come metodo veloce, comodo, sicuro ed economico.
Per la macerazione ultrasonicamente assistita, l'estrazione e l'aromatizzazione del sapore, possono essere utilizzate spezie intere (foglie, fiori, semi, corteccia, ecc.), spezie macinate (polvere), oli essenziali o oleoresina.
Hielscher ultrasonics produce processori ad ultrasuoni ad alte prestazioni, da laboratorio e da banco a scala industriale con una capacità di lavorazione di diverse tonnellate all'ora.
La tabella seguente fornisce un'indicazione della capacità di lavorazione approssimativa dei nostri ultrasuoni:

Volume di batch Portata Dispositivi raccomandati
1 - 500mL 10 - 200mL/min UP100H
10 - 2000mL 20 - 400mL/min UP200Ht, UP400St
0,1 - 20L 0,2 - 4L/min UIP2000hdT
10 - 100L 2 - 10L/min UIP4000hdT
n.a. 10 - 100L/min UIP16000
n.a. più grande cluster di UIP16000

Contattaci! / Chiedi a noi!

Richiedi maggiori informazioni

Si prega di utilizzare il modulo sottostante, se si desidera richiedere ulteriori informazioni sull'omogeneizzazione ad ultrasuoni. Saremo lieti di offrirvi un sistema ad ultrasuoni che soddisfi le vostre esigenze.









Si prega di notare il nostro informativa sulla privacy.


Letteratura/riferimenti



Particolarità / Cose da sapere

Che cos'è la macerazione?

Il processo di macerazione tradizionale, con il quale gli oli come l'olio di oliva o di girasole sono infusi con i composti aromatici e gli oli essenziali di piante (ad esempio spezie, erbe, frutti, ecc.), è un processo di infusione, che funziona immergendo il materiale vegetale nell'olio. Si tratta di un processo molto lento, che dura da alcune settimane fino a qualche mese, poiché il trasferimento di massa tra i solidi botanici e l'olio è lento. Un altro fattore responsabile della lentezza della macerazione tradizionale è la temperatura durante la macerazione. Come infusione a freddo, la sospensione di olio e piante viene mantenuta a temperatura ambiente per prevenire la degradazione termica dei composti volatili sensibili, delle oleoresine e degli oli essenziali. Questi fattori rallentano il processo e lo rendono molto dispendioso in termini di tempo.
Il processo di macerazione può essere utilizzato per infondere oli commestibili, così come oli e tinture per la cura della pelle, tinture medicinali e bevande alcoliche. Le erbe e le spezie comuni utilizzate per la macerazione di oli e tinture includono menta, basilico, peperoncino, rosmarino, timo, vaniglia, cannella, lavanda, fiori di sambuco, calendula, erba di San Giovanni, olivello spinoso e molti altri.
Gli oli comuni per la macerazione sono l'olio di oliva, di semi di girasole, di cocco, di jojoba, di colza, di lino o di canapa. Per preparare tinture o bevande alcoliche, l'alcol viene utilizzato come liquido.

Oli commestibili

Gli oli commestibili sono oli vegetali estratti dalle piante. Questi oli sono trigliceridi e sono utilizzati negli alimenti, sia in cucina che come integratori. Ad esempio, l'olio d'oliva è usato come olio da cucina, condimento e come integratore alimentare in quanto ricco di acidi grassi omega 9. Oltre che come alimento, l'olio d'oliva viene utilizzato anche come prodotto cosmetico per la cura della pelle e dei capelli.
Gli oli commestibili possono essere estratti da frutta (ad esempio olive, avocado, jojoba), noci (ad esempio noce, macadamia, mandorla), semi (ad esempio colza, girasole, lino, canapa, argan) o da agrumi (ad esempio limone, bergamotta, pompelmo, che sono oli essenziali).
Un gran numero di diverse fonti di sostanze attive biologiche naturali, note anche come funzionali, possono essere potenzialmente utilizzate per arricchire gli oli commestibili come l'olio extravergine di oliva.

Fitochimici

Le sostanze fitochimiche sono sostanze chimiche non nutritive nelle piante che proteggono o prevengono la pianta contro malattie o parassiti. Quando il cibo ricco di sostanze fitochimiche viene consumato come parte di una dieta sana, questi composti vegetali hanno molti effetti positivi sull'organismo, agendo come antiossidanti, stimolanti ormonali, stimolazione enzimatica e mostrando proprietà antibatteriche.
Diversi tipi di piante e parti di piante possono essere ricchi di sostanze fitochimiche, come gli ortaggi (es. broccoli, aglio, finocchio), frutti (bacche, uva, arance), noci e semi (es. mandorle, semi di lino, nocciole, macadamia, pepitas, noci), piante medicinali (es.echinacea, gingko, pervinca, valeriana), erbe (ad esempio biancospino, luppolo, luppolo, liquirizia, rooibos, schizandra), cereali (avena, quinoa, orzo) e legumi (ad esempio soia, munghi, ceci).
Le sostanze fitochimiche si distinguono in alcaloidi, antociani, carotenoidi, cumestani, flavonoidi, flavonoidi, acidi idrossicinnamici, isoflavoni, lignani, monofenoli, monoterpeni, organosolfuri, acidi fenolici, fitosteroli, saponine, stilbeni, triterpenoidi e xantofille.

Oli Essenziali

Un olio essenziale è un liquido idrofobico concentrato contenente composti chimici volatili di origine vegetale. Gli oli essenziali sono noti anche come oli volatili, oli eterei, oli eterei, aetherolea. Gli oli essenziali sono spesso indicati come l'olio della pianta da cui si estrae, come l'olio di rosa, gli oli di teatree, o l'olio di bergamotta. Gli oli essenziali sono denominati “imprescindibile” perché contengono l'elemento “essenza” la fragranza della pianta. 1. Per gli oli essenziali, il termine “imprescindibile” non significa che l'olio è un composto indispensabile, come con i termini aminoacido essenziale o acido grasso essenziale, che sono così chiamati perché sono nutrizionalmente richiesti da un dato organismo vivente. Gli oli essenziali sono prodotti per distillazione, idrodistillazione, estrazione con solvente o pressatura. L'elaborazione ad ultrasuoni è spesso utilizzata per intensificare e accelerare la velocità di estrazione e aumentare la resa di olio essenziale.
Per saperne di più sull'idrodistillazione ultrasonica di oli essenziali!

Oleoresine

Le oleoresine sono una combinazione naturale di olio e resina nelle piante. Essendo una sostanza altamente concentrata, le oleoresine sono estratti semisolidi composti da una resina in soluzione in un olio essenziale e/o grasso (trigliceridi).
A differenza degli oli essenziali, le oleoresine sono ricche di composti più pesanti, meno volatili e lipofili, come le resine, le cere, i grassi e gli oli grassi.
Le oleoresine possono essere preparate con spezie, come basilico, capsico, cardamomo, semi di sedano, corteccia di cannella, cannella, chiodi di garofano, fieno greco, abete balsamo, zenzero, jambu, labdano, macis, maggiorana, noce moscata, prezzemolo, pepe (bianco/nero), pimenta (pimento), rosmarino, salvia, santoreggia, timo, curcuma, curcuma, vaniglia, foglie di alloro dell'India occidentale. I solventi utilizzati sono non acquosi e possono essere polari (alcoli) o non polari (idrocarburi, anidride carbonica). Il metodo di estrazione ad ultrasuoni è compatibile con questi solventi e accelera la velocità di estrazione e la resa.
Sia gli oli essenziali che le oleoresine sono eccellenti sostanze naturali, che possono essere aggiunte come ingredienti aromatici concentrati a vari alimenti e bevande. Gli oli essenziali e le oleoresine vengono isolati dalle piante mediante estrazione (ad es. estrazione assistita da ultrasuoni) e successiva distillazione. Erbe, spezie e altri prodotti botanici sono utilizzati come materie prime per la produzione di oli essenziali e oleoresine.