Tecnologia ad ultrasuoni Hielscher

Riciclaggio della gomma dei pneumatici con ultrasuoni ad alte prestazioni

I rifiuti di gomma per pneumatici sono un materiale tossico e non biodegradabile che rende il loro smaltimento un problema ambientale ed economico. La devulcanizzazione ad ultrasuoni è un metodo veloce ed efficiente per riciclare la gomma dei pneumatici di scarto che permette di riutilizzare i pneumatici di scarto. Il riciclaggio ad ultrasuoni della gomma dei pneumatici è un processo relativamente semplice, che è stato testato con successo. La scalabilità lineare del processo di riciclaggio dei pneumatici a ultrasuoni permette di trattare grandi volumi su scala industriale a costi economici.

Il problema dei rifiuti di gomma

I rifiuti di gomma per pneumatici causano un problema ambientale significativo a causa della loro tossicità e della loro non degradabilità. La loro struttura di carbonio reticolato vulcanizzato e la loro tossicità rendono lo smaltimento un onere ambientale. Le tecniche convenzionali di riciclaggio della gomma sono antieconomiche, non rispettose dell'ambiente, e il nuovo materiale di gomma prodotto con la gomma riciclata mostra una bassa qualità poiché le principali catene polimeriche della gomma di scarto sono alterate e indebolite.
Poiché gli pneumatici fanno parte delle fonti di rifiuti più problematiche, sono necessari metodi ecologici ed economici o il riciclaggio. La pirolisi e la devulcanizzazione sono i processi di riciclaggio più efficaci per i pneumatici. Il progresso nel riciclaggio dei rifiuti di pneumatici è essenziale per fermare il carico ambientale della gomma per pneumatici e contribuisce a ridurre il deposito di pneumatici nelle discariche.

Il trattamento ad ultrasuoni può intensificare e migliorare sia i moderni processi di riciclaggio dei pneumatici che la pirolisi e la devulcanizzazione.

Processore ad ultrasuoni ad alte prestazioni da 2kW UIP2000hdT combinato con estrusore bivite per la decombustione della gomma vulcanizzata

Sistema ad ultrasuoni per la devulcanizzazione dei rifiuti di gomma

Blocco estrusore personalizzato per accoppiare la potenza degli ultrasuoni nei processi di estrusione

Blocco estrusore personalizzato per accoppiare la sonicazione in elastomero caldo

Richiesta informazioni





Devulcanizzazione ad ultrasuoni di gomma per pneumatici

Con la devulcanizzazione ad ultrasuoni, i legami chimici zolfo-zolfo e zolfo-carbonio nei pneumatici sono decombinati, il che si traduce in una fusione di gomma morbida. Questa fusione di gomma generata ad ultrasuoni può essere riprocessata e modellata in nuovi prodotti in gomma, ad es. pneumatici nuovi. Uno dei principali vantaggi della devulcanizzazione ad ultrasuoni è il calore notevolmente inferiore richiesto. In primo luogo, le parti di pneumatico di scarto vengono riscaldate a circa 400ºF o 200ºC, quindi alimentate con un alimentatore a vite attraverso una cella di flusso, dove la gomma di scarto viene sonorizzata con ultrasuoni ad alte prestazioni ad alta pressione. Durante la devulcanizzazione ad ultrasuoni la gomma si trasforma dal suo precedente stato solido in una materia altamente viscosa. L'intenso trattamento ad ultrasuoni rompe rapidamente la rete tridimensionale degli elastomeri vulcanizzati. Il trattamento ad ultrasuoni per la decombustione dei legami chimici richiede solo pochi secondi. Il fuso di gomma sonicato può essere rinforzato con agenti indurenti e riempitivi ed essere modellato in nuovi prodotti in gomma.

Aggiornamento ad ultrasuoni dei residui pirolitici

Il nerofumo può essere prodotto dal trattamento ad ultrasuoni dei residui pirolitici della gomma dei pneumatici di scartoI residui pirolitici possono essere potenziati mediante sonicazione in acidi cloridrico e fluoridrico per ottenere nerofumo pirolitico. Il trattamento ad ultrasuoni può aggiornare con successo i residui pirolitici dei pneumatici di scarto al nerofumo commerciale ad alto valore aggiunto. Il trattamento ad ultrasuoni post-pirolisi migliora in tal modo l'efficienza complessiva della pirolisi dei pneumatici di scarto in modo significativo.

Ultrasuoni ad alte prestazioni

Hielscher Ultrasonics è il vostro partner esperto quando si tratta di processi ad ultrasuoni ad alte prestazioni. La devulcanizzazione ad ultrasuoni richiede processori industriali ad ultrasuoni ad alta potenza, che possono lavorare in condizioni di alta pressione e di alta temperatura. Un altro prerequisito è la consegna di ampiezze molto elevate. Ampiezze fino a 200 µm possono essere facilmente gestite in modo continuo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Per ampiezze ancora più elevate, sono disponibili sonotrodi ad ultrasuoni personalizzati. I sonotrodi Hielscher ad alta pressione/alta temperatura sono prodotti e messi a punto per le difficili condizioni del processo di devulcanizzazione. Con stampi personalizzati, il corno ad ultrasuoni (sonotrodo) viene inserito nel cilindro dell'estrusore. La robustezza delle apparecchiature a ultrasuoni di Hielscher consente un funzionamento 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in condizioni di lavoro gravose e in ambienti difficili. Le alte prestazioni e l'affidabilità trasformano gli ultrasuoni Hielscher nel cavallo da lavoro della bonifica della gomma!
La tabella seguente fornisce un'indicazione della capacità di lavorazione approssimativa dei nostri ultrasuoni:

Volume di batch Portata Dispositivi raccomandati
1 - 500mL 10 - 200mL/min UP100H
10 - 2000mL 20 - 400mL/min UP200Ht, UP400St
0,1 - 20L 0,2 - 4L/min UIP2000hdT
10 - 100L 2 - 10L/min UIP4000hdT
n.a. 10 - 100L/min UIP16000
n.a. più grande cluster di UIP16000

Contattaci! / Chiedi a noi!

Richiedi maggiori informazioni

Si prega di utilizzare il modulo sottostante per richiedere ulteriori informazioni sui nostri processori ad ultrasuoni per il riciclaggio dei pneumatici di scarto. Saremo lieti di discutere il vostro processo con voi e di offrirvi un sistema ad ultrasuoni che soddisfi le vostre esigenze! Ottieni maggiori informazioni e prezzi ora!









Si prega di notare il nostro informativa sulla privacy.




Particolarità / Cose da sapere

Vulcanizzazione / Devulcanizzazione

Vulcanizzazione è un processo per rendere la gomma naturale, che ha una bassa durata e flessibilità, più dura e durevole. Pertanto, la gomma naturale viene riscaldata e con l'aggiunta di zolfo si ottiene la reticolazione tra i polimeri. Attraverso la reticolazione delle molecole di gomma polimerica, i cosiddetti poliisoprenes, sono legati l'uno all'altro da atomi di zolfo. Attraverso la vulcanizzazione viene prodotta la cosiddetta gomma vulcanizzata, che offre prestazioni e durata superiori. La gomma vulcanizzata si trova nei pneumatici, nei tubi di gomma, nelle suole delle scarpe, nei giocattoli, ecc.

Devulcanizzazione è una tecnica in cui la struttura reticolare, in particolare i legami zolfo-solfo e/o carbonio-solfo, viene scissa. Questo può essere fatto con vari metodi come meccanochimico, chimico, biologico e utilizzando l'ultrasuoni ad alta potenza.

Gomma

La gomma è anche conosciuta come elastomero. Elastomero è l'abbreviazione di polimero elastico. Gli elastomeri presentano caratteristiche viscoelastiche: Sono polimeri appiccicosi, molto elastici. Il termine gomma è spesso usato per distinguere il gruppo di elastomeri che devono essere vulcanizzati o polimerizzati per essere utili.

Di cosa sono fatte le gomme per pneumatici?

La gomma per pneumatici (inglese americano) o la gomma per pneumatici (inglese britannico) sono costituiti da diversi componenti, tra cui gomma, riempitivi e altri additivi. La gomma per pneumatici può essere costituita da gomma naturale, ricavata dal lattice sup, che viene secreto dalla corteccia dell'albero della gomma, o da gomma sintetica. Le gomme sintetiche sono fatte di petrolio. Le forme più comuni di gomma sintetica sono la gomma stirene-butadiene (SBR), la gomma polibutadiene e la gomma butilica. Mentre la gomma è l'ingrediente principale dei pneumatici, i riempitivi e gli additivi sono integrati per costruire un materiale per pneumatici più funzionale. Il nerofumo e/o la silice sono riempitivi molto comuni per pneumatici aggiunti per rinforzare la mescola del pneumatico. Il nero di carbonio e la silice migliorano l'aderenza, i pneumatici maschili più resistenti alle forature e riducono la resistenza al rotolamento del pneumatico. Gli antiossidanti, gli antiozonanti e gli agenti anti-invecchiamento sono altri additivi che migliorano la qualità dei pneumatici e ne prolungano la durata.